Il Festival della Cultura tecnica è promosso e coordinato dalla Città metropolitana di Bologna Area Sviluppo sociale, in partnership con la Regione Emilia-Romagna, l’Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia-Romagna, la Camera di Commercio, il Comune di Bologna, le Unioni, i Comuni, le scuole e gli enti di formazione per un totale di circa 170 soggetti pubblici e privati che ogni anno organizzano gli eventi.

L’edizione 2022 del Festival si articolerà in un calendario di iniziative digitali, di eventi in presenza e di format ibridi, disponibili offline e online, con l’obiettivo di rinnovare la propria azione nell’ambito del progetto “Il rilancio dell’educazione tecnica”, a sua volta parte dell’obiettivo del Piano Strategico Metropolitano 2.0 di Bologna “Manifattura, nuova industria e scuola come motori di sviluppo”.

Realizzato con strumenti, approcci e linguaggi innovativi, il Festival della Cultura tecnica concentra il proprio impegno nella valorizzazione della formazione tecnica, tecnologica e scientifica presso studenti e famiglie, tecnici e operatori, stakeholder e cittadinanza.

In programma dal 12 ottobre al 15 dicembre 2022, gli appuntamenti del Festival avranno per focus tematico l’obiettivo 8 dell’Agenda 2030 “Lavoro dignitoso e crescita economica”.

La storia

Nel 2014, al termine del primo anno di progetto “Il rilancio dell’educazione tecnica“, la Città metropolitana di Bologna e il Comune di Bologna – insieme ad altri partner, tra cui Aster, Camera di Commercio di Bologna, CNA Bologna, Confindustria Emilia, Regione Emilia-Romagna, Ufficio Scolastico Regionale Emilia-Romagna – decidono di realizzare un evento che valorizzi sia i percorsi di istruzione e di formazione tecnica e professionale sia la cultura tecnica complessivamente intesa, in raccordo con gli altri canali educativi (la scuola primaria e la secondaria di primo grado, la formazione superiore, l’università), il sistema imprenditoriale, le amministrazioni pubbliche.

Nasce così il Festival della Cultura tecnica, calendario di iniziative rivolte a diverse categorie di destinatari: studenti, famiglie, istituzioni, scuole, aziende.

La grande partecipazione, la qualità delle iniziative e l’impatto sul sistema di relazioni dei soggetti coinvolti contribuiscono a rendere il Festival un appuntamento ricorrente, collocato nell’autunno di ogni anno.

A partire dall’edizione 2018, la Città metropolitana e la Regione Emilia-Romagna hanno promosso la diffusione del Festival in tutte le Province del territorio regionale.

Nel 2021, in collaborazione con il Ministero della Transizione Ecologica, si sono avviate collaborazioni nazionali con altre Città metropolitane.

Gli obiettivi

  • Far conoscere tutti i canali e gli indirizzi dell’istruzione e della formazione tecnica e professionale, in raccordo con il sistema produttivo e con il territorio metropolitano.
  • Promuovere presso tutti i cittadini una maggiore consapevolezza delle connessioni tra il fare e il pensare e dell’importanza della tecnica nella vita quotidiana e lavorativa.
  • Concorrere con queste iniziative ad un complessivo sviluppo che sia insieme economico, sociale e culturale, passando attraverso la valorizzazione del sistema di istruzione e il suo collegamento al sistema produttivo e sociale territoriale.
  • Dare visibilità alle iniziative e ai progetti innovativi attuati dagli attori metropolitani, comprese le comunità territoriali.
Guarda il programma 2021