Si è svolta con successo – venerdì 11 e sabato 12 maggio 2018 – la terza edizione dello School Maker Day, un appuntamento primaverile ormai fisso per le scuole del territorio.

Parte del Laboratorio Territoriale per l’occupabilità Opus Facere, l’iniziativa è organizzata dall’IIS Belluzzi-Fioravanti, dal Servizio Marconi TSI e dalla Fondazione Golinelli con la collaborazione della Città metropolitana di Bologna e del Fablab Romagna, ed è patrocinata dall’Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia-Romagna.

Lo scopo dell’evento è quello di diffondere nelle scuole la cultura maker, promuovendo ed enfatizzando un apprendimento attivo, sperimentale e partecipato delle materie STEM, che porti ad un maggiore interesse per lo sviluppo di tecnologie digitali ed innovative.

Teatro dello School Maker Day è stato l’Opificio Golinelli, che ha ospitato i docenti, i ragazzi e le ragazze delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado di 15 scuole della Regione. Il risultato è stato una due giorni partecipata e attiva, cominciata con un venerdì animato da diversi workshop dedicati agli insegnanti e 3 hackaton, che hanno avuto per protagonisti gli studenti, le loro capacità e la loro inventiva per una sfida a squadre all’insegna dell’innovazione. I team di studenti, coadiuvati da professionisti del settore, si sono infatti messi in gioco realizzando opere ingegnose e innovative, nate da un connubio tra tecnologia, competenze tecniche e creatività.

La giornata di sabato è stata invece l’occasione di presentare 67 progetti, frutto del lavoro di docenti e allievi di 36 scuole dell’Emilia-Romagna. I lavori esposti -che spaziavano dal tinkering alla robotica, passando per la moda e l’artigianato – hanno permesso ad un pubblico di appassionati, famiglie e addetti ai lavori di toccare con mano le competenze e il saper fare dei ragazzi della nostra Regione.

I resoconti multimediali dello School Maker Day sono disponibili sulla pagina web dell’evento, che rinnova il suo invito a tutti gli interessati per l’edizione 2019.